Your browser (Internet Explorer 7 or lower) is out of date. It has known security flaws and may not display all features of this and other websites. Learn how to update your browser.

X

Navigate / search

Luigi Illica

Dal 1 al 9 Agosto, Castell'Arquato ricorcda uno dei suoi concittadini piu' illustri: Luigi Illica. Giornalista, commediografo e conosciuto in particolare per essere il librettista di numerose opere di Giacomo Puccini
Luigi Illica
Luigi Illica (Castell'Arquato, 9 maggio 1857 - Colombarone, frazione di Castell'Arquato, 16 dicembre 1919) fu un giornalista, commediografo e librettista italiano.
Insofferente nei confronti della disciplina familiare, in giovane eta', abbandono' gli studi e visse una vita avventurosa. Al suo rientro in Italia abito' dapprima a Milano e in seguito a Bologna, dove fondo' una rivista letteraria di ispirazione repubblicana. Nel 1882, tornato a Milano, pubblico' la sua prima raccolta di prose e poesie, Farfalle, effetti di luce. Si dedico' quindi al teatro scrivendo varie commedie e soprattutto, a partire dal 1892, libretti d'opera.
E' sicuramente tra i principali librettisti dell'epoca post-verdiana e lavoro' per Giacomo Puccini, Alfredo Catalani, Umberto Giordano e molti altri musicisti.
I suoi libretti sono un fedele specchio della cultura letteraria del tempo e delle correnti che la percorsero.
In questa sua attivita' fu di particolare rilievo l'incontro con Giuseppe Giacosa con la cui collaborazione scrisse i suoi libretti pi? famosi: La Boh?me, Tosca, Madama Butterfly (tutti per Puccini). Il piu' fortunato dei libretti scritti da solo e' quello di Andrea Ch?nier per Giordano.
Dopo la morte di Giacosa, tento' di proseguire la sua collaborazione con Puccini riprendendo il progetto di un dramma storico su Maria Antonietta. Per scelta del compositore tuttavia l'opera, alla quale i due artisti lavorarono a lungo, non fu mai portata a termine.
Mori' all'eta' di sessantadue anni a Colombarone, poggio sopra Castell'Arquato. E' sepolto nel cimitero di Castell'Arquato
Libretti:
Il vassallo di Szigeth, in collab. con F. Pozzi, (A. Smareglio, 1889)
Wally (A. Catalani, 1892)
Cristoforo Colombo (A. Franchetti, 1892)
Manon Lescaut(G. Puccini, 1893
Cornelio Schutt (A. Smareglia, 1893)
Nozze istriane (A. Smareglia, 1893)
La martire (S. Samaras, 1894)
Andrea Ch?nier (U.Giordano, 1896)
La collana di Pasqua (G. Luporini, 1896)
Iris (P. Mascagni, 1898)
La fonte di Enschir (F. Alfano, 1898)
La Rosalba (E. Pizzi, 1899)
Medioevo latino (E. Panizza, 1900)
Le maschere (P. Mascagni, 1901)
Lorenza (E. Mascheroni, 1901)
Germania (A. Franchetti, 1902)
Siberia (U. Giordano, 1903)
Cassandra (V. Gnecchi, 1902)
Tess (F. d?Erlanger, 1906)
Il principe Zilah (F. Alfano, 1909)
La perugina (E. Mascheroni, 1909)
Isabeu (P. Mascagni, 1911)
Giove a Pompei, in collab. con E. Romagnoli (U. Giordano e A. Franchetti, post. 1921)
Inoltre, in collaborazione con G. Giocosa:
La Boh?me, 1896
Tosca, 1900, in collab. anche con Sardou
Madama Butterfly, 1904 per Puccini

Per maggiorni informazioni