Your browser (Internet Explorer 7 or lower) is out of date. It has known security flaws and may not display all features of this and other websites. Learn how to update your browser.

X

Navigate / search

Castell'Arquato: confermata la bandiera arancione

A Castellarquato è stata riconfermata la Bandiera Arancione del Touring Club Italiano per il periodo dal 2015 al 2017.
Castell'Arquato: confermata la bandiera arancione
Lettera ufficiale, bandiera e il diploma che attestano formalmente il rinnovo del marchio e il diritto ad utilizzarlo, sono stati consegnati nella mattinata di venerdì 27 marzo, all'assessore Tiziana Meneghelli, durante la cerimonia nazionale di assegnazione delle Bandiere Arancioni, nella sala Alessi di Palazzo Marino.
Tanti i Sindaci dei 209 piccoli borghi italiani certificati dal Touring, presenti a Milano per celebrare la certificazione di eccellenza dei loro paesi, che possono vantare un patrimonio storico, culturale e ambientale di pregio e sanno offrire al turista un'accoglienza di qualità, tutelando il territorio e perseguendo uno sviluppo turistico sostenibile.
Anche Castellarquato è stata sottoposta nel 2014 alla periodica analisi del Touring Club Italiano che ha verificato, attraverso l'applicazione del Modello di Analisi Territoriale (MAT), il sussistere delle condizioni che hanno portato all'assegnazione del marchio di qualità turistico-ambientale Bandiera Arancione. L'analisi si è conclusa e al nostro comune è stato, dunque, rinnovato il marchio per altri tre anni.
''Alla cerimonia milanese - commenta l'assessore alla cultura Meneghelli - erano presenti almeno 130 comuni, sui 209 totali ad oggi in possesso della certificazione del Touring, fra cui anche Bobbio, con il suo sindaco Roberto Pasquali. Il presidente dell'Associazione Paesi Bandiera Arancione, Fulvio Gazzola, sindaco di Dolceacqua [IM], ha fatto sapere che, a fronte di centinaia di nuove richieste, sono stati ritenuti non idonei moltissmi comuni, con una percentuale di ammissioni che si aggira intorno al 9%, ad alcune località non è stato rinnovato il prestigioso marchio. Questo aggiunge valore alla presenza dei nostri gioielli piacentini. Per i comuni piccoli è ancora più importante far pare in modo attivo di reti come questa, aggiunge Meneghelli, che possono aiutare a promuovere e valorizzare i nostri territori, salvaguardandone le specificità e aiutando noi amministratori a scambiarci esperienze e buone pratiche''.
Resta la Toscana la regione più arancione, seguita dal Piemonte e dalla nostra Emilia Romagna che annovera venti comuni su cui può sventolare il vessillo TCI, di cui tre in provincia di Piacenza (Castellarquato, Bobbio e Vernasca con la frazione di Vigoleno.
fonte: Comune di Castell'Arquato